Scegliere gli abiti da cerimonia adatti che siano eleganti, di qualità, fatti su misura per il nostro corpo è una sfida perenne, qui 3 consigli su come fare



img

Scegliere gli abiti da cerimonia adatti che siano eleganti, di qualità, fatti su misura per il nostro corpo e dal prezzo gestibile è una sfida perenne, soprattutto quando l’evento in questione magari è un matrimonio, magari di sera, e magari la sposa è una persona molto vicina a noi.

In quel caso (ma assolutamente non solo) bisogna essere impeccabili, curare quei piccoli dettagli che effondono eleganza.

Essere informati sulle migliori tendenze della moda, prestare attenzione alle collezioni proposte dalle passerelle di Milano, sbirciare siti di vendita on line può essere di grande aiuto per trarre idee e ispirazioni e trovare l’abito da cerimonia che calzi su misura per modello e gusto. Ma se questo non basta, e rischiate di andare in negozio con una sconveniente confusione sul concetto di stile, allora avete bisogno di essere seguiti con più cura per compiere una scelta oculata.

Vi aiutiamo noi con semplici suggerimenti che valgono comunque sempre nella scelta del look.

 

1. La linea del nostro corpo è il modello migliore da cui partire

Gli abiti migliori sono quelli che ci stanno bene. Molto semplicemente questo è il primo e più prezioso suggerimento da non perdere mai di vista. Essere eleganti altro non è che sentirsi a proprio agio negli abiti che si portano, è il comfort che scivola tra la stoffa che accompagna e avvolge il nostro fisico. La qualità di un outfit da cerimonia equivale alla scelta di un modello che valorizzi i punti di forza e camuffi quelli di debolezza del corpo: un taglio stile impero (sotto il seno) nasconde un girovita più marcato e mette in mostra il seno, una gonna a campana morbida fascia il torace e addolcisce fianchi più decisi, pantaloni capri snelliscono gambe importanti ma evidenziano caviglie sottili. *

Le linee guida saranno le curve del vostro corpo, seguitele ed entrerete in negozio con le idee già più chiare su cosa cercare.

 

2. L’eleganza non bene si sposa con l’abbondanza

Prima di uscire di casa guardati allo specchio e togli qualcosa” Coco Chanel dixit .

Abbiamo scomodato una delle più illustri icone dell’alta moda per dettarvi il secondo concetto fondamentale e basilare per essere eleganti . Non esagerate, mai.

La sobrietà è la migliore alleata dello stile prima che della moda, tutto il superfluo può apparire volgare. La qualità è spesso scevra dalla quantità. Evitate stoffe esondanti di lustrini, ricami, paillettes poiché riempiono e marcano la figura; una cerimonia di giorno non predilige l’abito lungo, se l’evento è di sera potete spaziare con idee e creatività; ma, soprattutto, evitate di esagerare con gli accessori: un abito più accollato magari predilige la mancanza di collana ma orecchini lunghi *.

Come per il primo consiglio, di cui sopra, anche in questo caso ricordate che ciò che indossate con disinvoltura vi dona charme. La disinvoltura è compagna del comfort, è figlia della semplicità.

 

3. Il colore adatto e il periodo giusto.

Ancora, l’ultimo dettame si concentra non sulle collezioni all’ultimo grido ma su di Voi!

Su ciò che esalterà la vostra figura rendendovi divine. Per questo, oltre al modello consono alla tipologia di fisico che avete, state attente anche a scegliere i colori che vi donano prestando attenzione a semplici regole.

Abiti a tinta unita e/o bicolore sono, in genere, più sobri ed eleganti.

Anche gli abiti con più colori e sfumature possono essere di classe ma attenzione a tinte troppo sgargianti.

Colori accesi e pastello sono più indicati per cerimonie in primavera ed estate. Ma il rosso va bene sempre.